#4 || Pensieri

Mancano all'incirca tre mesi alla mia partenza, all'inizio di un nuovo viaggio e di un'esperienza che farà sempre parte di me. Ma prima devo pensare che fra un mese preciso finirà la scuola e la sua fine indicherà l'inizio dell'ansia perenne almeno nel mio caso, il coutdown, la partenza troppo lontana e poi all'improvviso troppo vicina...
La cosa che però più mi preoccupa adesso sono i miei pensieri, che in questo periodo stanno invadendo la mia testa. Mi sono resa conto che non è più un semplice sogno o una cosa da film, ma presto diventerà la mia realtà, che vivrò tutti giorni, una realtà che sicuramente sarà diversa dalla mia, dalla quale potrò imparare molte cose e che metterò nella valigia della mia vita. Mai più come ora sto capendo di chi, durante questo viaggio, sentirò la mancanza e a chi invece non mancherò, ma penso proprio che questa distanza mi farà aprire gli occhi e capire chi realmente è stato vero con me fino a questo momento, ma allo stesso tempo proprio io ho una grande paura di perdere persone che nella mia vita sono state molto importanti. Ma nonostante tutto sono della filosofia che se il destino vuole che le nostre vite si debbano incrociare più volte, allora con il tempo tutto tornerà, l'importante è essere sinceri e non avere rimpianti.

Credo molto nel destino e penso che grazie a questo io adesso sia dove sono ora, sia la persona che sono e sia consapevole di quello che farò. Penso sempre che sia stato il destino a portarmi a Henderson NV perché sta scritto da qualche parte che avrei dovuto fare queste esperienza lì e forse conoscere determinate persone che influenzeranno la mia vita sia positivamente sia negativamente, ma in entrambi i casi mi faranno crescere come persona. La casa è bellissima, la scuola mi piace molto e non vedo l'ora di conoscere la famiglia con cui ho solo potuto parlare per telefono, è tutto molto bello sembra quasi un sogno e spero che questo rimanga così o anzi migliori quando arriverò là. Tuttavia penso che dipenda molto da noi, non dobbiamo immaginarci troppe cose e pensare che sia tutto come un film, ma prendere questa esperienza come un qualcosa di importante che non tornerà mai più e quindi non dovremo sprecare quel periodo. Quello che farò io, che di solito non faccio, sarà vivere giorno per giorno senza pensare troppo al tempo che scorre o a quello che avremmo o potremo fare.

Non so se riuscirò a fare danza; qui la faccio da molti anni e una cosa difficilissima sarà non poter ballare per un anno. E' una tra le cose che più mi dispiace e mi preoccupa dato che ho sempre trovato nella danza un rifugio, un posto in cui potermi sfogare ed essere libera dai giudizi perchè quando danzo, forse egoisticamente, ci sono solo io, la musica e una serie di passi messi uno dietro l'altro che mi fanno sentire libera.

Questi sono i pensieri che circolano da un certo periodo dentro di me e per quanto cerchi di non pensarci alla fine ci penso e anche per molto. Ho creato questo blog per poter tenere tipo un "diario di bordo" raccontando tutto quello che faccio, ma soprattutto per poter condividere con voi i miei pensieri e le mie emozioni proprio perchè trovo nello scrivere un modo per poter comunicare senza usare la voce.

Spero non sia stato lungo e noioso.
A presto, Alyssa🖤


Commenti

Post popolari in questo blog

#2 || ELTIS test

#3 || Host Family

#5 || Orientation YouAbroad